RISVEGLIO (MORTI E RINASCITE NEI QUARTIERI POPOLARI)

«E quel male si chiamava “la solitudine”, perché quando vedevi la tua città natia rimpicciolirsi come il tuo pugno, e poi raggrinzirsi fino a non essere più grossa di un limone e finalmente, ridotta a una capocchia di spillo, svanire nella scia di fuoco del razzo, tu ti sentivi come se non fossi mai nato, […]

Jalan Jalan

Capitolo 11 – Pak Yoyo

«Ma, e se per un incidente di natura spaziale o temporale noi ci fossimo smarriti nelle dimensioni del “continuo”, ritornando sulla Terra di trenta o quaranta anni fa?». (Ray Bradbury, Cronache Marziane) 27 dicembre 2014Spiaggia di Lumbang L’uomo del nasi arriva puntuale alle 6.00. Dopo aver preso visione del vassoio, ci rimettiamo a dormire cullati […]

Jalan Jalan

Capitolo 10 – Kraton

«Immagina che tutto ciò sia vero. Immagina di parlaredi te mentre parli di loro, di ciò che è estraneo, del superfluo». (Iosif Brodskij, La nuova vita, in E Così Via) 26 dicembre 2014Giorno di Santo StefanoSuemenep, Isola di Madura Ore 20.30 Parcheggiamo sotto una pensilina assistiti dal solito ‘operatore del parcheggio’ (il tukang parkir, una […]

Jalan Jalan

Capitolo 9 – Pasar

«Quello che mi piace, di tutta questa roba, è non capire cosa sia, o che significato pretenda di avere. E mi piace avanzare a fatica su stradine cadenti, malridotte, ostili agli istinti del pedone». (Lawrence Osborne, Bangkok) 26 dicembre 2014Giorno di Santo StefanoSuemenep, Isola di MaduraMattina La notte trascorre quasi liscia. Se non calcoliamo il […]